Operativi dal Lunedì al Venerdi 08AM-06PM
Chiama per INFO +039 3478642907
My Cart
0,00
My Cart
0,00
Blog
cannabis sativa

Stabilizzare una varietà di cannabis sativa

Ecco un bel format di 3 articoli su come stabilizzare le varietà di cannabis sativa. Partiamo con la prima parte.

Quando scopri una varietà che ti affascina davvero, la prima cosa che ti viene in mente come allevatore è sviluppare la tua versione, selezionando il fenotipo che ti è piaciuto di più e cercando di stabilizzarlo per avere sempre quella varietà disponibile.

Sebbene la maggior parte dei coltivatori inizi col coltivare ibridi di discendenza indica, dopo alcuni raccolti e man mano che si acquisisce esperienza, scelgono di provare altre varietà di marijuana. Le varietà Sativa impiegano più tempo a fiorire, ma questo è compensato dalla qualità delle cime ottenute: più resina, effetto attivo, sapori speziati…

Alcune varietà sativa sono davvero produttive, e questo è il caso della Big Amnesia. È un incrocio tra un clone di Amnesia Haze noto come “La Cordobesa” e una varietà autoctona del sud-est asiatico.

Come nella maggior parte degli incroci disponibili sul mercato, quando si pianta questa varietà si possono trovare due fenotipi. Uno di loro mi è sembrato tremendamente produttivo, superando un grammo per watt in un raccolto di terra. Il gusto è stato altrettanto sorprendente: una miscela di toni Haze e Cheese, senza dubbio molto appetitoso per un fan delle varietà old school.

Puoi sempre mantenere una genetica sotto forma di talea se hai una stanza madre con spazio per essa. Se non vuoi avere un guardaroba con tua madre sotto le luci per tutta la vita, c’è un’altra opzione. La verità è che basterebbe mantenere la genetica sotto forma di riserva di semi, ma a questo scopo è necessario stabilizzare la varietà.

Esistono diversi metodi per farlo, quindi ho deciso di optare per il backcrossing , che consiste nell’incrocio della varietà in questione con il genitore più simile al fenotipo preferito dal coltivatore. In questo caso, ho pensato che sarebbe stato più conveniente incrociarlo con il genitore Amnesia Haze, dal momento che è più simile al mio fenotipo preferito dall’aspetto sativa. Le piante con questo fenotipo crescono alte e con una buona distanza internodale, sviluppano grandi cime secondarie che finiscono per riempirsi di resina alla fine della fioritura… Caratteristiche della migliore Amnesia!

Poiché non ero attento a mantenere i cloni di tutte le piante nel primo raccolto, il modo per farlo era acquisire un buon numero di semi (almeno 30) per selezionare quelli più interessanti e incrociarli con il genitore Amnesia Cordobesa. Questo genitore si comporterebbe come un maschio quando ripristinato con una soluzione di tiosolfato d’argento o STS, ma l’argomento verrà affrontato in seguito. Per ora vorrei spiegare il metodo per selezionare quelle piante che produrranno i semi.

Germogliare una buona quantità di semi e selezionare

Questo punto è fondamentale: maggiore è il numero di semi, migliori esemplari possono essere selezionati. Personalmente mi piace germinare in un grande muschio di torba, che consente alle piantine di crescere per due settimane prima di trapiantarle nel vaso finale. Durante queste due settimane bisogna prestare attenzione a diversi fattori, che aiuteranno ad avere una buona prole: vigore germinativo, dimensione e forma della foglia. Quest’ultima caratteristica ci permette di distinguere precocemente i diversi fenotipi della varietà in questione.

Nel mio caso ho scelto di selezionare quelle piante con foglie allungate e senza deformazioni. All’inizio sembra difficile, quindi in caso di dubbio puoi sempre lasciare crescere più semi del necessario. Una volta trapiantati e passati all’armadio di crescita vegetativa, c’è ancora tempo per scartare quelli che non soddisfano i tratti che si vogliono stabilizzare.

È importante dare una buona occhiata al ceppo per eventuali anomalie genetiche, poiché non vogliamo che quel tratto venga trasmesso alla prole. Macchie chiare (sintomo di degenerazione genetica), foglioline di forma irregolare o mancanza di simmetria sono buoni indicatori di piante che non daranno tutto ciò che il coltivatore si aspetta. Questi i passaggi seguiti per applicare i criteri di selezione:

  • Dei 30 semi iniziali ho scartato il più debole, con meno vigore germinativo: 20 di loro passano alla fase successiva.
  • Tra questi 20, alcuni non mostrano una simmetria completa in ciascuno dei nodi. Questo è facilmente visibile dall’alto, vedendo come le foglie opposte non seguano lo stesso asse. Da qui sono già scartate 5 copie. 15 rimasti!
  • Una volta che la pianta ha sviluppato più paia di foglie, si possono distinguere latifoglie e foglie strette. Questi ultimi (fenotipo sativa) sono quelli di interesse. Alla fine, dei 30 semi iniziali, ci sono rimaste solo 8 piante… Una buona selezione!

Condizioni di crescita adatte

Una volta effettuata la prima selezione, la pianta può ora essere trasferita nell’armadio di crescita, un Dark Box 80 in cui ho installato un sistema di illuminazione da 250 watt con riflettore refrigerato. Le restanti 7 piante vengono trapiantate in vasi Smart Pot da 4 litri. Personalmente, preferisco i vasi in tessuto perché consentono sia l’irrigazione sopraelevata che quella allagata poiché il tessuto si comporta come una spugna. Una volta trapiantate, le nebulo con un prodotto a base di lattice naturale, che forma uno strato protettivo contro insetti succhiatori come tripidi o aleurodidi. L’unica prevenzione che uso contro il ragno rosso è il controllo biologico, gli acari predatori della casa dei Kopper.

Il substrato utilizzato è un Light Mix, con poco fertilizzante aggiunto. Se sei uno di quelli che si divertono a preparare acqua e fertilizzanti, controllando ciascuno dei prodotti in base allo stadio della coltura, è meglio usare terriccio poco concimato come questo. I nutrienti che utilizzo per fare i semi sono del marchio Botanicare, con fertilizzanti organici per la crescita e la fioritura. Uso un integratore di calcio e magnesio, poiché inizio con l’acqua di osmosi. Inoltre, aggiungo silicato di potassio per assicurarmi che le piante resistano a qualsiasi possibile parassita (non sono un granché come prodotto fitosanitario).

Una volta trapiantati, crescono sotto un fotoperiodo di 16 ore di luce e 8 ore di buio. Dopo alcuni giorni, una delle piante presenta delle creste sulla foglia, sintomo di degenerazione. Questa pianta viene scartata, quindi ne rimangono solo 7.

Allo stesso tempo, deve essere preparato l’esemplare che impollina queste piante. Come ho detto prima, è un clone di Amnesia a cui applicherò STS, ma questo è un altro argomento.

  • Leggi la parte 2
  • Leggi la parte 3

Leave your thought

Select the fields to be shown. Others will be hidden. Drag and drop to rearrange the order.
  • Immagine
  • SKU
  • Valutazioni
  • Prezzo
  • Magazzino
  • Disponibilità
  • Aggiungi al carrello
  • Descrizione
  • Contenuto
  • Peso
  • Dimensioni
  • Additional information
  • Attributi
  • Custom attributes
  • Custom fields
Comparatore
Lista desideri 0
Apri la Lista desideri Continua lo shopping