Operativi dal Lunedì al Venerdi 08AM-06PM
Chiama per INFO +039 3478642907
My Cart
0,00
My Cart
0,00
Blog
illuminazione

Illuminazione grow room: ecco come fare (parte 2)

Continuiamo con il parlare dell’illuminazione delle nostre stanze di coltivazione. In questo articolo proseguiamo a trattare l’argomento in modo più approfondito.

Illuminazione: gli strumenti per misurare il clima

È molto importante che ci sia uno strumento di misurazione del clima nella nostra grow room. In linea di principio, un termoigrometro dovrebbe essere sufficiente. Con questo dispositivo possiamo monitorare la temperatura e l’umidità relativa dell’ambiente. La verità è che le nostre “ragazze” possono resistere a temperature fino a 10 gradi e fino a 40 gradi Celsius. Al di fuori di questi limiti, lo sviluppo della nostra pianta sarà nullo e sarà fortemente rallentato. Personalmente consiglio una temperatura intorno ai ventidue gradi: a questo punto sul termometro c’è il momento in cui la nostra pianta si sviluppa meglio.

Per evitare il calore in eccesso nella nostra stanza, possiamo utilizzare un qualche tipo di sistema di aspirazione per la lampadina. In questo modo l’aria calda viene estratta direttamente dal fuoco ed espulsa all’esterno del raccolto. In questo modo eviteremo che il calore si diffonda nella stanza e può diventare un inferno per noi e un paradiso per tutti i tipi di parassiti.

Oltre a queste considerazioni da ricordare, è importante, anche se non essenziale, che nel tempo si acquisisca un luxmetro. Questo dispositivo ci permetterà di misurare la reale potenza luminosa della nostra lampada. Naturalmente possiamo tenere conto che la vita utile media di una lampadina è di circa tre raccolti. Questo dipenderà però dalla qualità del nostro reattore: se optiamo per uno elettromagnetico, la vita della lampadina sarà più breve rispetto a quando optiamo per uno elettronico. Anche se questa decisione probabilmente dipenderà dal nostro budget. Con il luxmetro possiamo misurare la potenza della lampada in qualsiasi momento e quindi determinare se dobbiamo liberarcene o possiamo ancora sfruttarla. Valori inferiori a ottomila luxindicherà che è ora di scartare la nostra lampadina. Potrai notare come, a seconda della tua zavorra e della qualità della lampada, la vita della stessa sia di durata diversa.

Altro elemento essenziale nella nostra coltivazione è un vassoio per raccogliere l’acqua sgocciolata dai vasi. Anche se sto trattando questo elemento come essenziale, la realtà è che i singoli piattini possono essere utilizzati per ogni pentola. Tuttavia, un vassoio di raccolta renderà la tua coltivazione molto più facile da pulire.

Principalmente, ci sono due tipi di contenitori per raccogliere l’acqua in eccesso. Uno di questi, il più comune e semplice, sarebbe semplicemente un vassoio delle dimensioni dell’armadio. Dato che possiamo trovarli in diverse dimensioni, non dovremmo avere problemi a trovarne uno che si adatti alle dimensioni di cui abbiamo bisogno. L’acqua in eccesso drenata si deposita al loro interno e vi rimane fino a quando il coltivatore non la rimuove, oppure evapora. Sono ideali per piccole colture, dove i resti del drenaggio ci aiuteranno a mantenere la corretta umidità relativa dell’ambiente, poiché nella maggior parte dei casi si crea solitamente un ambiente troppo secco per lo sviluppo ottimale delle nostre piante.

L’altro sistema di raccolta sono le tavole di coltivazione. Si tratta di vassoi molto più grandi rispetto ai precedenti progettati per stanze più grandi. Normalmente, sono solitamente posizionati su cavalletti facendo una leggera pendenza su un lato. All’estremità inferiore c’è un piccolo foro dove va tutta l’acqua nel vassoio. Al termine di questo, viene praticato un foro e sotto di esso viene posizionato un contenitore per raccoglierlo. In questo modo, i fusti possono essere svuotati in ogni coltura e ridurremo le possibilità che i funghi appaiano sulle nostre piante. Devi pensare che più grande è la stanza, più difficile sarà finalmente controllarla. Tieni presente che, nella fase di crescita, l’umidità relativa ideale è di circa il sessantacinque percento,

Controllare molto bene la ventilazione sarà fondamentale, poiché sarà così che regoleremo la temperatura e l’umidità del nostro raccolto. Per questo è importante anche installare un piccolo ventilatore interno che faccia circolare l’aria. L’uso dei ventilatori è una cosa che davo per scontato nell’articolo precedente, tuttavia il loro utilizzo è molto importante, poiché evitano che si creino “sacche” di umidità all’interno della stanza e, inoltre, le piante esposte al vento diventino più robusto.

Ti potrebbe interessare anche:

Leave your thought

Select the fields to be shown. Others will be hidden. Drag and drop to rearrange the order.
  • Immagine
  • SKU
  • Valutazioni
  • Prezzo
  • Magazzino
  • Disponibilità
  • Aggiungi al carrello
  • Descrizione
  • Contenuto
  • Peso
  • Dimensioni
  • Additional information
  • Attributi
  • Custom attributes
  • Custom fields
Comparatore
Lista desideri 0
Apri la Lista desideri Continua lo shopping