Blog

Il tempo in cui il THC resta nell’organismo

Tutti sappiamo bene che gli effetti della marijuana si protraggono per qualche ora dopo l’assunzione, ma forse in pochi conoscono il lasso di tempo in cui la cannabis resta nell’organismo.

Infatti, nonostante gli effetti della marijuana svaniscano dopo qualche ora, la presenza della sostanza all’interno del sangue, delle urine o della saliva permane per molto più tempo.

Ad esempio il test della saliva permette di rilevare la presenza di THC fino a un massimo di sedici ore dal momento dell’effettiva assunzione della sostanza stupefacente.

Con il test delle urine o con quello del sangue è possibile risalire al consumo di marijuana ancora più indietro nel tempo: il THC, infatti, può essere tracciato nelle urine anche fino a trenta giorni dopo l’assunzione, mentre nel sangue fino a due settimane dopo.

Ma la peggiore analisi è quella del capello: questa, infatti, consente di rilevare gli effetti del THC anche fino a novanta giorni dopo.

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *