Coltivazione Canapa Legale

Stabilizzare una varietà di cannabis sativa (PT2)

cannabis sativa

Per stabilizzare una varietà di cannabis sativa come la Big Amnesia abbiamo deciso di applicare il metodo di allevamento noto come backcrossing . In questo caso, il genitore utilizzato per il backcross è un clone di Amnesia Cordobesa. Dopo aver spiegato come selezionare le femmine in base al fenotipo , vedremo come il clone Amnesia viene invertito per diventare un maschio e produrre polline “femminizzato”.

Come in tutti i lavori volti all’ottenimento di semi femminizzati, una delle chiavi per ottenere una produzione accettabile è far corrispondere la fertilità del clone che agirà come un maschio regredito con le femmine. Ricordiamo che le femmine erano 7 esemplari di Big Amnesia selezionati tra 30 semi femminizzati.

Poiché i due genitori hanno tempi di fioritura diversi, la fioritura deve essere indotta in tempi diversi. Il clone che fungerà da maschio deve essere ripristinato utilizzando tiosolfato d’argento o STS, prima che le femmine entrino nel fotoperiodo di fioritura. I tempi in cui sarà indotta la fioritura nei genitori verranno spiegati poco dopo. Per ora, vediamo come ottenere il maschio “femminizzato”.

Reversione clone élite

Esistono diverse formule su Internet per preparare una soluzione di tiosolfato d’argento, STS (dall’inglese tiosolfato d’argento ), anche se la più comune è preparare una soluzione 0,1 M di tiosolfato di sodio e nitrato d’argento. Entrambi i prodotti chimici possono essere facilmente trovati online sulle pagine della Spagna, ma poiché non è desiderio dell’autore pubblicizzarne nessuno, vi invitiamo a cercarli voi stessi. Il nitrato d’argento può essere acquistato anche in farmacia sotto forma di Argenpal (per curare le verruche).

Una volta preparata la prima soluzione da 0,1 M, che chiameremo “soluzione madre”, verrà conservata in un luogo buio, poiché la luce diretta può danneggiarla. Quando si desidera applicare STS sul clone che si desidera invertire, la soluzione madre viene diluita in un rapporto 1:9, in modo da non bruciare le foglie, che rallenterebbe la fioritura. La soluzione con cui vengono irrorate le piante sarà chiamata “soluzione di lavoro”. Le applicazioni di questo vengono solitamente ripetute ogni 7 giorni, fino a un totale di 3 applicazioni. Da questo momento in poi la produzione di etilene è sufficientemente inibita in modo che la pianta non produca fiori femminili.

Dal momento in cui viene effettuata la prima applicazione della soluzione di lavoro, il maschio può iniziare a essere fertilizzato con una tabella di fertilizzanti per la fioritura. Poiché quello che vuoi è ottenere un gran numero di fiori, la fertilizzazione è la stessa delle gemme: stimolatori, fertilizzante base di fioritura, carboidrati…; migliori sono i prodotti utilizzati, più polline sarà ottenuto.

Dopo un paio di settimane, dopo il cambio di fotoperiodo, si possono vedere i primordi dei fiori. Se il clone scelto è in grado di essere “ripristinato”, praticamente non compariranno fiori femminili. Ci sono alcune varietà che sono più facili da invertire rispetto ad altre. Normalmente, le varietà più sativa sono riluttanti a emettere polline fertile. Alcuni allevatori preferiscono iniziare a spruzzare le loro piante con STS anche nella fase di crescita per iniziare a innescare il cambio di sesso prima.

L’inibizione dell’etilene può essere ottenuta anche attraverso l’applicazione di gibberelline o GA, ma questo metodo di solito si traduce in maschi con una distanza molto lunga tra i nodi. A livello di autocoltivazione domestica, in armadi con altezza ridotta a 2 metri, non è fattibile lavorare con questo tipo di piante, quindi è meglio utilizzare una soluzione di lavoro formulata da STS.

In ogni caso, l’obiettivo è ottenere polline fertile con carico genetico femminile, poiché il sesso è lo stesso della pianta da cui proviene. Questo polline ha la metà delle informazioni genetiche del clone di Amnesia cordobasa, i cui cromosomi sessuali sono XX. Pertanto, puoi avere solo la versione X del cromosoma sessuale.

Le piante che agiscono come “femmine” hanno anche XX cromosomi sessuali. Le ovaie, con metà delle informazioni genetiche, hanno solo la versione X di quel cromosoma. Quando il granello di polline fertilizza una delle ovaie, il risultato sarà sempre XX… Piante femminili! Questo è il principio teorico con cui si ottengono i semi femminizzati; tuttavia, in pratica non tutti i semi sono femmine al cento per cento. La spiegazione di questo fenomeno richiederebbe un altro capitolo, quindi lasciamolo ad un’altra volta e proseguiamo con il nostro argomento.

Sincronizza i periodi fertili

I tempi in cui i fiori delle femmine e del maschio sono fertili non coincidono. Sebbene possa variare a seconda della varietà coltivata, gli organi riproduttivi maschili (stami) sono fertili dopo circa 7 settimane di fioritura. È in questo momento che il polline inizia a uscire da solo dalle sacche polliniche.

D’altra parte, il momento in cui la maggior parte dei pistilli è fertile nelle piante femminili è intorno alla quarta settimana. Cioè, ci sono tre settimane di differenza tra la produzione di polline e i pistilli fertili. Pertanto, e come regola generale, il clone o i cloni maschili vengono ripristinati con STS e iniziano a fiorire circa tre settimane prima delle femmine.

A seconda delle varietà coltivate, può variare la differenza di tempo tra cui trascorrono l’una e l’altra per fiorire. Diciamo che la femmina è una varietà sativa a fioritura lunga, 12 settimane. Sicuramente il momento in cui il maggior numero di fiori sarà fertile sarà dopo la sesta settimana di fioritura. In questo caso, maschi e femmine potranno passare alla fioritura praticamente contemporaneamente.

Se non siamo sicuri di quanto tempo lasciare tra un genitore e l’altro e per allargare questo margine, possiamo lavorare con maschi diversi. Non fa male preparare tre o quattro maschi della stessa varietà e passarli al fotoperiodo di fioritura a distanza di qualche giorno. In questo modo il polline fertile è disponibile per diversi giorni e aumenta la possibilità di concimare le femmine al momento giusto.

In ogni caso, se quello che vuoi ottenere sono alcuni semi per poter continuare a crescere con la tua genetica, otterrai semi più che sufficienti. Il numero di semi femminizzati che si possono ottenere con ogni pianta è di centinaia, ottenendo migliaia di semi per metro quadrato di coltivazione.

Nel prossimo capitolo vi mostreremo le rese ottenute con questo incrocio tra Amnesia Haze e Big Amnesia, e rimarrete sicuramente piacevolmente sorpresi. Fino ad allora: saluti e buon umore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *