Canapa e salute, Cannabusiness

Il CBD ti aiuta a superare l'astinenza da Cannabis

CBD

L’uso di cannabis può fornire numerosi benefici alla salute sia per gli utenti che per i pazienti , come dimostrato da un ampio corpo di ricerche recenti.

La cannabis è utilizzata da innumerevoli persone in tutto il mondo per scopi medicinali o ricreativi e la si utilizza da molti secoli.

In un recente studio condotto da operatori sanitari, la cannabis è risultata 114 volte più sicura dell’alcol e molte persone preferiscono scegliere un’opzione più sicura e consumare cannabis rispetto all’alcol.

In alcuni casi può capitare che un singolo consumatore o paziente debba astenersi dall’usare cannabis , sia per decisione personale che per superare un test antidroga.

Secondo un recente studio condotto nel Regno Unito, quando qualcuno usa frequentemente la cannabis e decide di smettere, potrebbe essere utile incorporare il CBD come trattamento per ridurre la probabilità di astinenza dalla marijuana ad alto contenuto di THC. 

CBD per ridurre l’uso di THC

I ricercatori dell’University College di Londra hanno recentemente condotto uno studio in cui hanno analizzato la relazione tra l’uso di CBD nel trattamento dell’astinenza dalla marijuana ad alto contenuto di THC .

Lo studio consisteva nella somministrazione di dosi giornaliere di CBD o placebo a 82 partecipanti nel corso di 12 settimane.

Tutte le persone che hanno partecipato hanno riferito di voler smettere di usare la cannabis per vari motivi, ma non ci sono riusciti.

“Nel primo studio clinico per il disturbo da uso di cannabis, le dosi da 400 mg e 800 mg di cannabidiolo erano più sicure ed efficaci dei placebo nel ridurre l’uso di cannabis”, hanno concluso gli autori dello studio.

Una dose giornaliera di 400 mg di CBD sembrava funzionare meglio in base ai risultati dello studio e le dosi da 800 mg e 200 mg si sono rivelate meno efficaci.

Il CBD si è anche dimostrato efficace nell’aiutare a curare il desiderio di altre sostanze, compreso il tabacco .

Il CBD si presenta in un test antidroga?

Probabilmente il motivo più comune per cui qualcuno vuole astenersi dall’uso di cannabis è quello di superare un test antidroga . I test antidroga sono regolarmente richiesti nei processi di assunzione di posti di lavoro .

È anche comune che le persone sottoposte al sistema di giustizia penale debbano sottoporsi a continui test antidroga.

In genere, i test antidroga non cercano tracce di CBD nel sistema di una persona, ma piuttosto il THC.

Il THC è associato a effetti psicoattivi mentre il CBD no, e presumibilmente il motivo per cui i test antidroga cercano soprattutto la presenza di un cannabinoide contro l’altro.

Se stai cercando di astenerti dalla cannabis per qualsiasi motivo, sentiti libero di condividere i risultati dello studio.

Ti potrebbe interessare anche:

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *